Dove buttare la lettera del gatto

0
65

Uno dei prodotti più difficili che molti non sanno dove buttare è la lettiera del gatto.  Per saperne di più, basta continuare a leggere questo breve approfondimento che dà informazioni utilissime per evitare di sbagliarsi in futuro.

Nel bidone del residuo secco

La lettiera del gatto va buttata nel bidone del residuo secco, detto anche non organico, se è una tipologia artificiale con particelle assorbenti e profumate, si tratta di sassolini in plastica derivati petrolchimici. Per questo motivo, il prodotto va gettato nella spazzatura normale e non è possibile differenziarlo.

Nei rifiuti organici

Si getta la lettiera del gatto tra i rifiuti organici solo se questa è realizzata con sabbia e altri ingredienti naturali senza l’aggiunta di particelle plastiche, significa che la lettiera può esser inserita insieme agli scarti della cucina e simili.

Di solito, sulla confezione c’è scritto di che cosa è compista la sabbia in modo da avere la certezza di poterla differenziare in questo modo. Meglio sempre controllare prima di farlo di default onde evitare di prendere una multa.

Nello scarico del wc

La sabbia del gatto no deve mai finire nello scarico del wc, ma rispetto a un tempo questa regola dovrebbe esser modificata. Esistono oggi delle lettiere per i gatti formate con prodotti organici che possono essere smaltiti tramite lo scarico del wc. Di solito, sono lettiere realizzate con il mais ma meglio sempre fare molta attenzione e verificare che sulla confezione sia specificata la possibilità di smaltirla tramite lo scarico del wc.

In genere, questa soluzione può esser adottata abbastanza tranquillamente con l’accortezza di non gettare troppo rifiuti tutti insieme perché lo scarico potrebbe far fatica. Chi ha un pozzo nero dove confluiscono tutti gli scarichi domestici e chiama per l’ autospurgo a Roma dovrebbe farsi qualche remora in più.

Resta consigliabile non esagerare troppo perché chi ha più di un gatto, potrebbe creare un certo volume all’interno del pozzo nero che si riempie in fretta e  costringe a richiedere un autospurgo a Roma più di frequente rispetto a prima.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here