Come liberarsi dei topi: 4 consigli super da seguire subito

0
21

I preparati repellenti

In commercio si trovano moltissimi repellenti che sono davvero molto utile nella lotta a un’infestazione di topi. Se i ratti si aggirano intorno alla casa e si teme che abbiano pure trovare un’entrata, è bene usare dei repellenti con l’odore dell’urina di volpe, naturale predatore dei topi che perciò li fa girare a largo. Lo spesso vale per prodotti che fano pensare ai topi che ci sa un serpente.

La trappola

La trappola è molto utile per acchiappare i topi. Ne esistono di vario tipo e tutte sono utili nella derattizzazione a Roma. Il ratto entra nella trappola attirato magari da un’esca alimentare e vi resta bloccato dentro. Ce ne sono alcune che sono molto umane perché non hanno lo scopo di uccidere il topo ma solo di catturalo così poi è possibile portarlo in una zona più adatta per lui.

Le esche avvelenate

Un’esca con su del veleno è un buon sistema per liberarsi di un topo che gira per casa. L’esca va posizionata lungo i percorsi abituali del topo altrimenti verrà ignorata, come spiegano gli esperti della derattizzazione a Roma. Il problema dell’esca avvelenata è che agisce su un singolo topolino senza arrivare perciò a intaccare l’intera colonia che si trova nel nido. Inoltre, l’esca no fa subito effetto e il topo può andare a nascondersi in un anfratto del muro, facendo diventerà la sua carcassa introvabile, problema che scatena forti odori e anche l’arrivo di insetti saprofagi.

La lotta biologica

Come detto prima, i topi hanno paura dei loro antagonisti che sono volpi e serpenti ma c’è anche un altro animale che è di grande aiuto nel tenere lontani i piccoli roditori. Si tratta del nemico numero uno del topo: il gatto. Chi abita in zone dove i topi sono piuttosto presenti, come può essere la campagna, ma anche il centro città, farebbe bene a prendere un gatto che è perfetto per cacciare via i topi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here