Mobilità elettrica, notizie dal futuro

0
37

Le auto elettriche sono state senza dubbio una vera e propria rivoluzione nel campo della mobilità su strada. Sebbene sia qualcosa che in passato ha visto una crescita molto lenta e in parte difficoltosa, oggi la realtà è profondamente diversa.

Le auto elettriche hanno un diverso appeal nella clientela finale, divenendo quindi uno dei principali atti di buonsenso che si può fare verso l’ambiente. Come mai si registra oggi questa improvvisa impennata dell’interesse del pubblico verso la mobilità elettrica del presente e del futuro?

Nel nostro articolo andremo a scoprire le due motivazioni per le quali le auto elettriche prima non venivano viste di buon occhio, ma invece oggi sono i punti forti delle case automobilistiche.

Mobilità elettrica: ricaricare le auto

Una delle principali motivazioni che spingevano le persone a evitare questo genere di mezzo era il problema della ricarica. L’incertezza di trovare un punto di ricarica accessibile nel luogo di arrivo, quindi non avere la certezza di avere autonomia per tornare indietro, erano uno degli “incubi” del guidatore. Il problema si è risolto da solo nel tempo, grazie agli investimenti comunali e regionali in questo settore, le colonnine per la ricarica dei mezzi sono infatti aumentate a livello esponenziale. Dunque, nessun rischio di rimanere con la batteria a terra.

Altro aspetto legato a quello delle colonnine di ricarica, è l’intensificazione del servizio di informazione al cittadino. Grazie al web e a semplici applicazioni scaricabili sul telefonino, si potrà sapere in ogni luogo in cui ci troviamo dove si trovi la stazione di ricarica più vicina. Questo aumento dell’interesse per la mobilità elettrica non solo dell’utenza finale, ma anche di chi ci ha lavorato per renderlo possibile, permette di avere in circolazione molti mezzi con emissioni zero.

Auto elettriche e autonomia

Oltre al problema degli anni passati su come ricaricare l’auto elettrica durante gli spostamenti, vi era anche quello dell’autonomia stessa della vettura. Quanti chilometri posso riuscire a fare con una ricarica completa? Una persona che viaggiava molto era inizialmente diffidente verso questo genere di auto.

Oggi le cose non stanno più così, in quanto nel tempo l’autonomia di un’auto elettrica è sempre più aumentata e i modelli usciti da poco sono caratterizzati da una durata decisamente elevata. Chiaramente non tutte le auto elettriche hanno la stessa autonomia, ma questo dipende da diversi fattori. Quando ci riferiamo alla durata di una batteria, quindi a quanto una vettura elettrica possa darci in termini di autonomia, dobbiamo conoscere il valore di consumo e la capienza della batteria stessa.

Fatta questa precisazione, dobbiamo dire che vi sono vetture uscite quest’anno con autonomie che in passato ci potevamo solo sognare. Basti pensare che ci sono auto elettriche che riescono a percorre con un ciclo di ricarica fino a 630 chilometri. Chiaramente ci si riferisce a un percorso netto, privo di fermate aggiuntive e varie ed eventuali. Rimane comunque qualcosa di incredibile, pensiamo solo a quanto ci sarebbe costato in termini economici un viaggio di 600 chilometri con una vettura a carburante, e quanto inquinamento nell’ambiente avremmo creato con quel viaggio.

Mobilità elettrica: conclusioni

Il nostro viaggio all’interno del mondo dell’auto elettrica ci ha mostrato un dato importante, ovvero che sono stati superati quelli che erano i principali problemi che allontanavano i guidatori dai mezzi elettrici. Adesso, coloro che da anni sognavano di guidare un’auto elettrica possono farlo senza alcun timore, sapendo di avere più spazio di movimento rispetto alle prime auto che aveva visto, e che gli basterà avere in mano lo smartphone con le applicazioni dedicate per trovare la colonnina quando gli serve.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here